Pubblicato da Suzana il 24 Settembre 2019

BINANCE: uno porto sicuro nella tempesta Crypto?

Se siete trader di lungo corso, operatori alle prime armi, o semplici appassionati di mercati finanziari che di tanto in tanto “buttano un occhio” al mondo del trading, magari cercando alternative agli strumenti classici come le azioni, sicuramente negli ultimi anni avrete assistito all’esponenziale crescita del mondo delle Cryptovalute. Questi strumenti finanziari vantano dei volumi scambiati sempre crescenti, che fanno il paio con l’offerta in termini di strumenti messi a disposizione, anch’essa in forte aumento. Ma la domanda rimane: quali broker bisogna scegliere per tradare le Crypto? Oggi andiamo a recensire insieme uno degli intermediari finanziari che hanno saputo meglio posizionarsi negli ultimi anni come potenziale scelta per lo scambio di questi particolari strumenti.

Una breve introduzione

Prima di cominciare, una doverosa premessa: non tutti i clienti sono rimasti soddisfatti, ma questo è fisiologico. Visitate questo sito per leggere alcune fra le particolarità di Binance che non hanno lasciato i clienti entusiasti. Detto questo, proseguiamo!

Il progetto di Binance ha alle spalle una figura di spicco in Changpeng Zhao. Zhao ha comincaito la sua carriera nell’ambito dei software ed hardware relativi al mondo HFT. Tutto questo, fino a circa metà degli anni 200, quando decise di mettersi in proprio e di creare il broker. In meno di 3 anni, l’intermediario finanziario può fregiarsi dei volumi più alti per quanto riguarda il trading di Cryptovalute, con una scelta di oltre un centinaio di crypto.

Come si presenta

Il sito è estremamente intuitivo, l’interfaccio user-friendly consente una facile navigazione del portale. In home page troviamo una sempre utile lista delle principali Crypto offerte dal broker, affiancata ai tutti i dati relativi all’attuale quotazione di mercato, lo scostamento percentuale recente, ed un piccolo grafico in formato lineare che consente di avere una prima idea circa il recente andamento di ogni strumento osservato. Un particolare degno di nota è la sigla della prima Crypto elencata sul portale: BNB. E’ Binance Coin, la valuta digitale di Binance. Cercate un’analisi approfondita del titolo Binance Coin? Cliccate qui.

La piattaforma

Navigare il sito di Binance è, come già detto, una cosa piuttosto intuitiva e che non dovrebbe comportare troppo difficoltà neanche ai neofiti del settore. Basterà selezionare la voce “markets” all’interno della barra di navigazione per avere subito una lista chiara e schematica degli strumenti sui cui è possibile operare con il broker. La sua piattaforma, che fra l’altro risulta molto utile grazie allo stesso layout di altre piattaforme più famose, rende l’informativa molto pratica. Con l’ausilio di diversi indicatori ed oscillatori, possiamo implementare analisi della valuta osservata. 

Apertura conto ed assistenza clienti.

Se volete aprire un conto Binance ma non parlate l’inglese, sappiate che l’azienda fornisce un’assistenza in ben 7 lingue diverse. La piattaforma è accessibile sia da computer che da mobile, e supporta ogni tipo di sistema operativo fra quelli più utilizzati. Binance non richiede alcun deposito minimo, accetta versamenti tramite Bitcoin, Visa, Mastercard, Visa Electron, e Postepay, non applica alcuna tariffa ai depositi ed offre commissioni molto competitive in quanto a costi per transazione: solo 0,1% per Bitcoin, mentre per la Cryptovaluta Binance Coin si arriva addirittura allo 0,075%. Le commissioni sono calcolate sull’ammontare tradato negli ultimi 30 giorni. 

Formazione

Un’altra particolarità da aggiungere all’ampia offerta di Cryptovalute, è la tipologia di formazione messa a disposizione da Binance per i suoi iscritti. Sebbene la piattaforma non consenta di aprire un conto demo per fare pratica direttamente con il suo desk, la didattica offerta è incentrata sulla descrizione ed il riconoscimento di diverse truffe relative al mondo del trading e degli investimenti, e schemi piramidali in generale.

Conclusioni

Sebbene le Cryptovalute rappresentino uno strumento con delle particolari caratteristiche rispetto ai più tradizionali strumenti finanziari che siamo abituati a tradare, non sono immuni ai vari tentativi di truffa perpetrati dai tanti broker che cercano di attirare ignari clienti con un marketing aggressivo per ottenere i loro soldi.

Nonostante questo, Binance è ad oggi considerato uno fra gli intermediari finanziari più affidabili se si parla di trading in Cryptovalute, e l’assenza di una leva elevante (1:2 per i conti aperti in Europa) è una caratteristica che molti trader di lunga esperienza apprezzeranno. Se volete tradare monete digitali, Binance è un broker che dovete tenere in considerazione.

Lascia un commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *