Pubblicato da Suzana il 21 Luglio 2019

Recensione Moncler: ne vale la pena?

L’azienda Moncler nacque nel 1952, a quel tempo aveva ancora una piccola impresa a carattere familiare e il suo commercio era ristretto a una piccolissima area in Francia. Nel 2003 l’azienda fu poi acquistata dall’italiano Remo Ruffini e successivamente l’azienda divenne una società per azioni e venne quotata per la prima volta nel 2013 mentre Eurazeo diventò il principale azionista. L’anno successivo entrò a far parte del FTSE MIB. Se volete potete vedere le migliori azioni da comprare online qui sul nostro sito.

La struttura aziendale

Questa azienda ha una produzione molto particolare essendo infatti i prodotti destinati a due rami:

La distribuzione all’ingrosso è la parte di azienda meno proficua: essa infatti contribuisce a generare il 29,6% del capitale totale di Moncler

La distribuzione al dettaglio occupa invece una posizione opposta, essa infatti va a generare il 70% del volume di affari totale di Moncler, ponendosi come sezione più proficua dell’intera azienda.

La produzione di Moncler

La produzione di Moncler è principalmente dedicata alla produzione di capi di abbigliamento di lusso (piumini, borse, cappelli, ecc…) ciò porta i prodotti Moncler a poter essere acquistati solo da una ristretta parte di popolazione, ossia quella più ricca.

Sul mercato l’azienda segue sin dalla sua prima quotazione nel 2013 un andamento ballerino caratterizzato da abbassamenti del titolo seguiti da improvvisi rialzi che vanno a compensare la precedente discesa. Ciò porta Moncler ad essere un azione molto insicura nel mercato, i suoi continui affossamenti e risalite proporzionali generano infatti una sorta di situazione di stallo che rende importante prevedere i movimenti delle azioni nel breve periodo. Una tecnica consigliata se si vuole puntare su Moncler è peraltro quella di prevedere i momenti in cui le azioni saliranno di valore e puntare esclusivamente in quei momenti, cercando di evitare gli improvvisi cali.

I punti di forza di Moncler

Moncler è stata caratterizzata in questi anni per adottare dei processi di vendita che sfruttando la fidelizzazione della clientela permettono  di mantenere le vendite su un buon livello nonostante l’esclusività dovuta ai prezzi alti che caratterizzano i prodotti Moncler, ciò potrebbe portare a dei buoni propositi per il futuro delle azioni di questa azienda . Lo stesso marchio continua ad acquisire con costanza popolarità, divenendo apprezzato sia dai clienti sia dagli investitori che puntano sull’azienda che, attualmente, fa registrare un incremento del volume d’affari del 10% annuo.

Lascia un commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *